GSK Infettivologia
Forum Infettivologico
Tumore prostata
Tumore rene

Terapia anticolinergica versus OnabotulinumtoxinA per la incontinenza urinaria urgente


I farmaci anticolinergici e la OnabotulinumtoxinA ( Tossina botulinica di tipo A; Botox ) sono utilizzati per trattare la incontinenza urinaria urgente, ma servono dati che confrontino direttamente i due tipi di terapia.

Uno studio in doppio cieco, placebo-controllato e randomizzato, ha coinvolto donne con incontinenza urinaria urgente idiopatica che avevano avuto 5 o più episodi di incontinenza urinaria urgente in un periodo di 3 giorni, in base alle registrazioni su un diario.

Per un periodo di 6 mesi, le partecipanti sono state assegnate in maniera casuale a un farmaco anticolinergico orale da assumere a cadenza giornaliera ( Solifenacina [ Vesiker ], 5 mg inizialmente, con possibile aumento fino a 10 mg e, se necessario, successivo passaggio a Trospium XR [ Sanctura ], 60 mg ) più 1 iniezione intradetrusoriale di soluzione salina o con una iniezione intradetrusoriale di 100 U di OnabotulinumtoxinA più placebo giornaliero per via orale.

L’esito primario era la riduzione rispetto al basale nella media degli episodi di incontinenza urinaria urgente giornalieri per un periodo di 6 mesi, come indicato in diari valutati mensilmente.

Gli esiti secondari includevano la risoluzione completa della incontinenza urinaria urgente, la qualità di vita, l'uso di cateteri e gli eventi avversi.

Delle 249 donne sottoposte a randomizzazione, 247 sono state trattate e 241 hanno fornito dati disponibili per le analisi dell’esito primario.

La riduzione media degli episodi di incontinenza urinaria urgente giornaliera nel corso dei 6 mesi, ha portato da una media basale di 5.0 episodi al giorno, a 3.4 nel gruppo anticolinergico e a 3.3 nel gruppo OnabotulinumtoxinA ( P=0.81 ).

La risoluzione completa della incontinenza urinaria urgente è stata riportata dal 13% e dal 27% delle donne, rispettivamente ( P=0.003 ).

La qualità di vita è migliorata in entrambi i gruppi, senza differenze significative tra i gruppi.

Il gruppo con anticolinergico ha avuto un più alto tasso di secchezza delle fauci ( 46% vs 31%, P=0.02 ), ma più bassi tassi di utilizzo del catetere a 2 mesi ( 0% vs 5%, P=0.01 ) e di infezioni del tratto urinario ( 13% vs 33%, P inferiore a 0.001 ).

In conclusione, la terapia orale con farmaci anticolinergici e OnabotulinumtoxinA somministrata con iniezione sono risultate associate a riduzioni simili nella frequenza giornaliera degli episodi di incontinenza urinaria urgente. ( Xagena2012 )

Visco AG et al, N Engl J Med 2012; 367: 1803-1813


Uro2012 Farma2012


Indietro