Tumore prostata
Tumore Vescica
Tumore rene
Tumore Vescica

Screening del tumore alla prostata con PSA e risonanza magnetica seguita solo da biopsia mirata


Lo screening per il cancro alla prostata è gravato da un alto tasso di sovradiagnosi. L'algoritmo più appropriato per lo screening basato sulla popolazione è sconosciuto.

Sono stati invitati 37.887 uomini di età compresa tra 50 e 60 anni a sottoporsi regolarmente a screening per l'antigene prostatico specifico ( PSA ).
I partecipanti con un livello di PSA di 3 ng per millilitro o superiore sono stati sottoposti a risonanza magnetica ( MRI ) della prostata; un terzo dei partecipanti è stato assegnato in modo casuale a un gruppo di riferimento sottoposto a biopsia sistematica e biopsia mirata di lesioni sospette mostrate alla risonanza magnetica.

I restanti partecipanti sono stati assegnati al gruppo sperimentale e sono stati sottoposti solo a biopsia mirata alla risonanza magnetica.

L'esito primario era il tumore alla prostata clinicamente insignificante, definito come un punteggio di Gleason di 3+3.
L'esito secondario era il tumore alla prostata clinicamente significativo, definito come un punteggio di Gleason di almeno 3+4.
È stata valutata anche la sicurezza.

Tra gli uomini che sono stati invitati a sottoporsi a screening, 17.980 ( 47% ) hanno partecipato allo studio. In totale 66 degli 11.986 partecipanti al gruppo sperimentale ( 0.6% ) hanno ricevuto una diagnosi di cancro alla prostata clinicamente insignificante, rispetto a 72 dei 5.994 partecipanti ( 1.2% ) nel gruppo di riferimento, una differenza di -0.7 punti percentuali ( rischio relativo, RR=0.46; P minore di 0.001 ).

Il rischio relativo di tumore alla prostata clinicamente significativo nel gruppo sperimentale rispetto al gruppo di riferimento è stato pari a 0.81.
Il tumore clinicamente significativo che è stato rilevato solo dalla biopsia sistematica è stato diagnosticato in 10 partecipanti nel gruppo di riferimento; tutti i casi erano a rischio intermedio e riguardavano principalmente malattie a basso volume gestite con sorveglianza attiva.

L'evitamento della biopsia sistematica a favore della biopsia mirata diretta dalla risonanza magnetica per lo screening e la diagnosi precoce in persone con livelli elevati di PSA ha ridotto della metà il rischio di sovradiagnosi a costo di ritardare il rilevamento di tumori a rischio intermedio in una piccola percentuale di pazienti. ( Xagena2022 )

Hugosson J et al, N Engl J Med 2022; 387: 2126-2137

Uro2022 Onco2022



Indietro