GSK Infettivologia
Forum Infettivologico
Tumore prostata
Tumore rene

Mirtillo rosso versus antibiotici per prevenire le infezioni del tratto urinario


La crescente prevalenza di uropatogeni resistenti agli agenti antimicrobici ha stimolato l'interesse verso il Mirtillo rosso per evitare infezioni ricorrenti del tratto urinario.

In uno studio in doppio-cieco, di non inferiorità, double-dummy ( a doppia simulazione ), 221 donne in premenopausa con infezioni ricorrenti del tratto urinario sono state randomizzate all'utilizzo profilattico di Trimetoprim e Sulfametossazolo ( Bactrim; TMP-SMX ) per 12 mesi, 480 mg una volta al giorno, o a Mirtillo rosso in capsule, 500 mg due volte al giorno.

Gli endpoint primari erano il numero medio di infezioni del tratto urinario sintomatiche nel corso dei 12 mesi, la percentuale di pazienti con almeno un’infezione del tratto urinario sintomatica, il tempo medio alla prima infezione del tratto urinario e lo sviluppo della resistenza agli antibiotici nell’Escherichia coli indigeno.

Dopo 12 mesi, il numero medio di pazienti con almeno un’infezione del tratto urinario sintomatica è stato maggiore nel gruppo Mirtillo che nel gruppo Trimetoprim e Sulfametossazolo ( 4.0 vs 1.8; P=0.02 ) e la proporzione di pazienti con almeno un’infezione del tratto urinario sintomatica è stata più elevata nel gruppo Mirtillo che nel gruppo TMP-SMX ( 78.2% vs 71.1% ).

Il tempo medio alla prima infezione del tratto urinario sintomatica è stato di 4 mesi per il Mirtillo e 8 mesi per il gruppo Trimetoprim-Sulfametossazolo. Dopo un mese, nel gruppo Mirtillo rosso, il 23.7% delle colonie di E. coli fecali e il 28.1% di quelle isolate da batteriuria asintomatica erano resistenti alla combinazione Trimetoprim e Sulfametossazolo, mentre nel gruppo TMP-SMX, l’86.3% delle colonie di Escherichia coli fecali e il 90.5% di quelle isolate da batteriuria asintomatica erano TMP-SMX resistenti.

Allo stesso modo, sono stati trovati tassi di resistenza maggiori per Trimetoprim, Amoxicillina e Ciprofloxacina in queste colonie di E. coli dopo un mese nel gruppo Trimetoprim e Sulfametossazolo.

Dopo la sospensione di TMP-SMX, la resistenza ha raggiunto i livelli basali dopo 3 mesi.
La resistenza agli antibiotici non è aumentata nel gruppo Mirtillo rosso.
Il Mirtillo rosso e l’associazione Trimetoprim e Sulfametossazolo sono stati ugualmente ben tollerati.

In conclusione, nelle donne in premenopausa, Trimetoprim e Sulfametossazolo, alla dose di 480 mg una volta al giorno, è più efficace delle capsule di Mirtillo rosso, 500 mg due volte al giorno, nel prevenire lr infezioni ricorrenti del tratto urinario, nonostante un’emergente resistenza agli antibiotici. ( Xagena2011 )

Beerepoot MA et al, Arch Intern Med 2011; 171: 1270-1278



Uro2011 Farma2011


Indietro