Tumore prostata
Tumore Vescica
Tumore prostata
Xagena Mappa

Le raccomandazioni di ASCO e AUA nella prevenzione del tumore alla prostata


L’American Society for Clinical Oncology ( ASCO ) e l’American Urological Association ( AUA ) hanno presentato le linee guida sui potenziali benefici e rischi riguardanti l’assunzione degli inibitori della 5-alfa-reduttasi ( 5-ARI ) nella prevenzione del tumore della prostata.

Il cancro della prostata è il più comune tumore non-cutaneo tra gli uomini e la seconda causa di morte.

Secondo le linee guida gli uomini con punteggio PSA ( antigene prostatico specifico ) di 3 o inferiore, che si sottopongono regolarmente a screening ( o pianificano ogni anno il test PSA ) e che non mostrano segni di carcinoma alla prostata, sono incoraggiati a discutere con il proprio medico riguardo ai rischi/benefici dell’assunzione dell’inibitore della 5-alfa-reduttasi con l’obiettivo di prevenire lo sviluppo del tumore alla prostata.

Gli uomini, che stanno già assumendo un inibitore della 5-alfa-reduttasi per altre indicazioni dovrebbero discutere con il medico per la continuazione dell’impiego del farmaco per la prevenzione del tumore prostatico.

Le raccomandazioni dell’ASCO e di AUA sulla chemioprevenzione per il tumore alla prostata sono basate sull’evidenza scaturita dallo studio PCPT ( Prostate Prevention Trial ), in cui i partecipanti hanno assunto un inibitore della 5-alfa-reduttasi per 1-7 anni.
Lo studio ha mostrato una riduzione del rischio relativo di circa il 25% nella maggior parte degli uomini che hanno assunto Finasteride ( Proscar ) per prevenire il carcinoma prostatico. ( Xagena2009 )

Fonte: Journal of Urology, 2009


Uro2009 Farma2009 Onco2009

XagenaFarmaci_2009



Indietro