Controversies in Genitourinary Tumors 2018
EAU17
Tumore prostata
Tumore rene

Complicazioni dopo biopsie della prostata negli uomini sotto sorveglianza attiva ed effetto sulla ricezione di ulteriori biopsie nello studio PRIAS


È stato studiato il rischio di biopsie prostatiche seriali sulle complicanze negli uomini sotto sorveglianza attiva ed è stato determinato l'effetto delle complicazioni nel ricevere ulteriori biopsie.

Nello studio globale Prostate cancer Research International: Active Surveillance ( PRIAS ) gli uomini nello studio sono stati seguiti in modo prospettico sotto sorveglianza attiva e sono state ripetute biopsie prostatiche 1, 4 e 7 anni dopo la biopsia diagnostica, o una volta all'anno se il tempo di raddoppio di PSA ( PSA-DT ) era inferiore a 10 anni.

I dati sulle complicazioni dopo la biopsia, tra cui infezione, ematuria, ematospermia, e dolore, sono stati retrospettivamente raccolti per tutte le biopsie effettuate durante il follow-up negli uomini da diversi grandi Centri partecipanti.
Sono stati testati i predittori di infezione dopo la biopsia.
Sono stati confrontati i tassi di uomini che hanno ricevuto ulteriori biopsie tra gli uomini con e senza complicazioni precedenti.

In totale sono state eseguite 2.184 biopsie in 1.164 uomini.

L'infezione è stata riportata dopo 55 biopsie ( 2.5% ), e un 1 uomo su 5 ha riportato qualche tipo di complicazione.

All'analisi multivariata il numero di biopsie precedenti non era un predittore significativo di infezione ( odds ratio, OR=1.04 ).

L'unico predittore significativo di infezione era il tipo di profilassi utilizzata.

Di tutti gli uomini con una complicazione alla biopsia diagnostica o alla prima ripetizione, il 21% non ha avuto una biopsia ripetuta al momento in cui era stata programmata una biopsia ripetuta secondo il protocollo, rispetto al 12% per gli uomini senza una precedente complicazione della biopsia.

In conclusione, nella coorte di uomini in sorveglianza attiva non è stata trovata alcuna prova che ripetere le biopsie prostatiche di per sé costituisca un rischio di infezione.
Le complicazioni dopo la biopsia non sono state comunque rare e dopo una complicanza gli uomini hanno avuto meno probabilità di avere ulteriori biopsie.
È opportuno mirare a ridurre in modo sicuro la quantità di biopsie ripetute negli uomini sotto sorveglianza attiva. ( Xagena2016 )

Bokhorst LP et al, BJU Int 2016; Epub ahead of print

Uro2016 Onco2016 Diagno2016


Indietro