Tumore Vescica
Tumore prostata
Tumore Vescica
EAU17

Alendronato settimanale orale per la prevenzione della perdita ossea da deprivazione androgenica nel carcinoma della prostata non-metastatico


La terapia di deprivazione androgenica ( ADT ) induce la perdita di densità minerale ossea ( BMD ) e aumenta il rischio di fratture nei pazienti con carcinoma della prostata.

Lo studio CORAL ( Cancer and Osteoporosis Research with Alendronate and Leuprolide ) ha cercato di determinare se una dose settimanale di Alendronato ( Fosamax ), un bifosfonato per os, possa ridurre questo effetto collaterale indesiderato e si è valutato se la terapia con Alendronato orale una volta alla settimana possa mantenere o migliorare la densità minerale ossea negli uomini che iniziano la terapia di deprivazione androgenica per carcinoma della prostata localizzato.

In uno studio multicentrico, in doppio cieco, randomizzato, controllato con placebo, sono stati inclusi pazienti con carcinoma della prostata naïve alla terapia ormonale avviati alla terapia di deprivazione androgenica con Leuprolide ( Lupron Depot ) 30 mg per via intramuscolare ogni 4 mesi.

I pazienti sono stati randomizzati a ricevere Alendronato orale al dosaggio di 70 mg una volta a settimana oppure placebo per 1 anno.
Entrambi i gruppi hanno ricevuto al giorno 1 g di Calcio e 400 unità internazionali di Vitamina-D, e sono state valutate variazioni della densità minerale ossea ( a livello della colonna lombare, LS, e della anca totale, TH ) e dei marcatori ossei.

Sono stati arruolati 191 soggetti, e 186 sono stati assegnati in modo casuale ad Alendronato ( n=84 ) o a placebo ( n=102 ).

Il gruppo Alendronato ha dimostrato un aumento medio della densità minerale ossea della colonna vertebrale dell’1.7% rispetto all’1.9% nel gruppo placebo ( P minore di 0.0001 ).

Alendronato ha anche aumentato la densità minerale ossea a livello dell'anca ( cambiamento percentuale: 0.7% ) rispetto al placebo ( -1.6% ).

I valori urinari medi del telopeptide N-terminale del collagene di tipo I ( Ntx ) sono diminuiti del 3.5% nel gruppo Alendronato e sono aumentati del 16.5% nel braccio placebo, anche dopo l'aggiustamento per Ntx urinario centrale ( P=0.510 ) e basale ( P minore di 0.0001 ).

La fosfatasi alcalina osso-specifica ( BSAP ) è diminuita in media del 2.25% nel gruppo Alendronato ed è aumentata in media del 3.12% nel braccio placebo, indipendentemente dalla fosfatasi alcalina osso-specifica centrale o al basale o altre covariate ( P minore di 0.0001 ).

Il profilo di sicurezza e tollerabilità è stato simile per i due gruppi di trattamento.

Anche se lo studio è stato chiuso in anticipo a causa del lento arruolamento, ha mostrato che Alendronato per os settimanale ha impedito la perdita ossea e ha aumentato la massa ossea, oltre a ridurre il turnover osseo nei pazienti che iniziano la terapia di deprivazione androgenica per carcinoma della prostata localizzato, con pochi effetti collaterali correlati. ( Xagena2013 )

Klotz LH et al, Eur Urol 2013; 63: 5: 927-935

Uro2013 Onco2013 Endo2013 Farma2013


Indietro