GSK Infettivologia
Forum Infettivologico
Tumore prostata
Xagena Mappa

Vitamina-E e rischio di cancro alla prostata


La relazione iniziale dello studio SELECT ( Selenium and Vitamin E Cancer Prevention Trial ) non ha trovato alcuna riduzione del rischio di cancro alla prostata sia con il Selenio che con i supplementi a base di Vitamina E, ma ha riscontrato un aumento statisticamente non-significativo del rischio di cancro alla prostata con la Vitamina-E.
Un più lungo follow-up e altri eventi di cancro alla prostata possono fornire ulteriori informazioni sul rapporto tra la Vitamina-E e il tumore alla prostata.

È stato compiuto uno studio per determinare l'effetto a lungo termine della Vitamina-E e del Selenio sul rischio di carcinoma alla prostata in uomini relativamente sani.
Un totale di 35.533 uomini provenienti da 427 Centri negli Stati Uniti, Canada e Porto Rico sono stati randomizzati nel periodo 2001-2004.

I criteri di ammissibilità includevano un antigene prostatico specifico ( PSA ) di 4.0 ng/ml o meno, un esame digitale rettale non sospetto per cancro alla prostata, e un’età di 50 anni o più per gli uomini neri e 55 anni o più per tutti gli altri.
L'analisi primaria ha incluso 34.887 uomini assegnati in modo casuale a 1 di 4 gruppi di trattamento: 8752 a ricevere Selenio; 8737 alla Vitamina E; 8702 a ricevere entrambi gli agenti; 8696 al placebo.
L'analisi riflette i dati definitivi raccolti dai siti di studio sui partecipanti in data 5 Luglio 2011.

Gli interventi erano Selenio orale ( 200 mcg/die da L-selenometionina ) con abbinato placebo, vitamina E ( 400 UI/die da tutto-rac-alfa-Tocoferolo acetato ) con abbinato placebo.

Il follow-up ha avuto durata minima di 7 anni e massima di 12.

L’esito principale era l'incidenza del cancro alla prostata.

Questa relazione ha incluso 54.464 anni-persona ulteriori di follow-up e 521 casi addizionali di tumore alla prostata dopo la relazione primaria.

Rispetto al placebo ( gruppo di riferimento ) in cui 529 uomini hanno sviluppato cancro alla prostata, 620 uomini nel gruppo Vitamina E hanno sviluppato tumore alla prostata ( hazard ratio, HR=1.17; P=0.008 ), così come 575 nel gruppo Selenio ( HR=1.09; P=0.18 ) e 555 nel gruppo Selenio più Vitamina-E ( HR=1.05; P=0. 46 ).

Rispetto al placebo, l'aumento assoluto del rischio di carcinoma alla prostata per 1000 anni-persona è stato di 1.6 per la Vitamina-E, 0.8 per il Selenio e 0.4 per la loro combinazione.

In conclusione, la supplementazione della dieta con Vitamina-E ha aumentato significativamente il rischio di cancro alla prostata tra gli uomini sani. ( Xagena2011 )

Klein EA et al, JAMA 2011; 306: 1549-1556

Uro2011 Onco2011 Farma2011


Indietro